L'Esofago-Gastro-DuodenoScopia

Note generali

Preparazione all'esame

Documenti da portare

 

 


Note Generali

L'EsofagoGastroDuodenoscopia (EGDS) è un procedimento che permette di vedere direttamente la superficie interna dell'esofago, dello stomaco e della prima parte dell'intestino (duodeno).


Questa indagine si rende necessaria per avere informazioni specifiche che lo studio radiologico o altri esami non forniscono; permette inoltre, in caso di necessità, l'esecuzione indolore di prelievi bioptici della mucosa.

L'esame viene eseguito da un medico specialista in Endoscopia Digestiva con la collaborazione di personale infermieristico specializzato e consiste nell'introduzione di un tubo flessibile del diametro di circa 10 mm. chiamato endoscopio, attraverso la bocca e fatto avanzare progressivamente nell'esofago, nello stomaco e nel duodeno, permettendo di osservare attentamente l'interno degli organi.

Nel corso dell'esame è possibile, utilizzando speciali pinze, prelevare minuscoli pezzettini di tessuto da esaminare al microscopio per meglio definire la diagnosi. Con questa tecnica è anche possibile esaminare la ricerca dell'Helicobacter Pylori sia tramite test rapido all'ureasi sia mediante esame istologico. Queste manovre sono assolutamente indolori e comportano un all'allungamento della durata dell'esame assolutamente trascurabile.

L'introduzione e i movimenti dell'endoscopia non provocano dolore in alcun modo. La sensazione spiacevole di stimolazione del vomito può essere facilmente controllata con una respirazione lenta e profonda.

L’esame vero e proprio dura dai 3 ai 5 minuti; tuttavia la permanenza nei locali del servizio di Endoscopia potrà protrarsi per 20/30 minuti. La risposta viene consegnata immediatamente dopo l'esecuzione dell'esame. La risposta dell'eventuale esame istologico sarà pronto generalmente nel giro di 15 giorni.

In caso di bisogno potrà essere iniettato per via endovenosa un antispastico e/o un sedativo: l'effetto sarà assolutamente transitorio ma sufficiente a rendere più agevole, in alcuni casi, l'esecuzione dell'esame. Proprio per questo motivo è opportuno essere accompagnati perchè, nel caso di utilizzo del farmaco sedativo sarà tassativamente proibito guidare l’auto o altri mezzi né sarà possibile esercitare attività che richiedano particolare attenzione.

Prima dell’esame è necessario osservare scrupolosamente le indicazioni scritte sulle istruzioni all'esame per ottenere una perfetta preparazione.

Anche se verrà somministrato il farmaco sedativo, sarà possibile mangiare liberamente subito dopo l'esame.

 

Torna su


Preparazione all'esame

Per essere sottoposti all’esame bisogna osservare scrupolosamente un digiuno di almeno 8 ore.

E’ possibile bere acqua fino a 2 ore prima dell'esame ma è consigliabile evitare di farlo prima dell’esame.

Il giorno precedente NON mangiare riso, frutta e verdura e la sera precedente l’esame è consigliabile un’alimentazione leggera.

L'eventale terapia farmacologica quotidiana deve essere assunta, se non diversamente indicato dal proprio Medico.

 

Scarica le istruzioni dettagliate

 

Torna su


Documenti da portare il giorno dell'esame

Un elettrocardiogramma (ECG) recente, non superiore ai 6 mesi.

Eventuale documentazione clinica clinica in possesso (radiografie precedenti, esami, ecc. inerenti l’apparato digerente superiore).

 

 

Torna su

 

 

Copyright Dott. Roberto Travaglini - Roma - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale del sito